Pagamento quota annuale 2021-22

Si ricorda che la legge di bilancio 2020 indica che le detrazioni diventano possibili solo se pagate con mezzi tracciabili per poter usufruire del risparmio fiscale. Il tetto massimo deducibile è di € 210. Chi volesse usufruire delle detrazioni dovra eseguire il pagamento effettuando un bonifico sul c/c della Società al seguente IBAN IT82E0200812710000100474246
intestato a ASD JUVENTUS CLUB PARMA.
Per maggiori informazioni recarsi in segreteria

 

Accessi

Finora ci avete visitato in 148207.

Link utili

Campionato regionale Elite U15

15/05/2022

domenica 15.05
Reggio calcio-Juventus club 2-2
Come nella trama dei miglior film gialli si arriva all'ultima giornata con ancora tanti verdetti che questo campionato deve ancora emettere. La Juve per chiuderlo imbattuto, la Reggio Calcio per fare risultato che gli garantirebbe un accoppiamento più morbido, e Colorno e San Lazzaro che si giocano contro rispettivamente Piccardo e Fraore l'ultimo posto per le fasi finali come migliori terza: e come vedremo le sorprese non sono mancate! Quella disputata oggi sul Bonacini è stata partita vera, gagliarda tra 2 formazioni che se le sono date (sportivamente parlando) ma sempre nel limite della correttezza sportiva. Parte meglio la Juve che dopo pochi minuti trova un rigore che però Migliavacca si fa neutralizzare dal bravo portiere avversario. I bianconeri sembrano subire il colpo e i reggiani prendono campo con alcuni contropiedi davvero micidiali tanto che su uno di questi trovano il vantaggio. Sull'1-0 per la Reggio Calcio si va al riposo. Nella ripresa i ragazzi di Bacchini rientrano motivati e con la voglia di rimontare: l'obbiettivo viene raggiunto in 10': infatti prima Rami su una carambola da calcio d'angolo trova il pari e poi Giovannetti su punizione insacca per il 2-1. Nel mezzo da segnalare la traversa sempre di Giovannetti con un gran tiro da fuori. La Juve prova ad amministrare la contesa ma al 14' Biggi ha sui piedi una palla invitante e con un gran tiro da fuori batte l'incolpevole Bonvicini. Il resto del match è un'autentica battaglia, con entrambe le squadre che provano a vincerla ma che si annullano a vicenda non creando più occasioni significative. Finisce la partita sul 2-2 che permette ai reggiani di qualificarsi come seconda ed ai bianconeri di chiudere imbattuti un campionato davvero difficile fatto di 20 vittorie e 4 pareggi. Nemmeno il tempo di respirare che mercoledì 18 iniziano le fasi finali con la Savignanese che sarà ospite a Fognano per i quarti di finale di questo interminabile campionato. Per la cronaca il colpo di scena è l'esclusione da queste fasi finali del Colorno causa il pari a Traversetolo e la concomitante vittoria del San Lazzaro contro il Fraore.


domenica 08.05
Juventus club-Piccardo Traversetolo 1-0
Si chiude con una vittoria il campionato casalingo dei ragazzi di Bacchini. Come contro la Montebello, i binconeri non giocano con la giusta intensità e la partita, causa anche l'accorta disposizone degli ospiti, stenta a decollare: prova ne è l'unico tiro in porta di Giulio Cavalca ben parato da Castellini. Nella ripresa la musica sembra cambiare, con un vero e proprio forcing dei bianconeri ma un pò l'imprecisione e un pò le prodezze del numero 1 avversario negano la rete del vantaggio. Rete che però arriva a tempo praticamente scaduto grazie al subentrato Brugnoli che realizza con un tiro da fuori area la cui traiettoria beffarda sorprende il fin qui impeccabile Castellini, di gran lunga il migliore in campo in assoluto. Prossimo impegno domenica in via della Canalina contro la Reggio Calcio, antipasto di quelle che saranno le finali regionali di campionato.

domenica 01.05
Gotico Garibaldina-Juventus club 0-0
Giornata di festa per Panigada e compagni oggi al Levoni di Piacenza: infatti, grazie anche alla sconfitta interna della Reggio Calcio, i bianconeri hanno vinto il proprio girone del campionato Elite e possono pensare con tranquillità alle 2 ultime sfide di campionato. Quella di oggi è stata una partita dai 2 volti. Nel primo tempo i ragazzi di Bacchini hanno dominato nel gioco e nelle occasioni i padroni di casa, grazie ad una buona intensità e ad un predominio territoriale che non ha permesso agli avversari di rendersi pericoloso dalle parti di Milioto. Nella ripresa invece i piacentini si sono presentati più aggressivi e la partita è stata un pò più equilibrata, almeno nelle occasioni. Infatti ad entrambe le squadre sono stati assegnati 2 rigori abbastanza generosi: Milioto ha pensato di neutralizzare in prima persona la trasformazione dell'avversario, mentre Migliavacca sparava alle stelle la propria conclusione. L'ultimo brivido poi lo creava Giovannetti che con un tiro all'apparenza innocuo prendeva il palo a portiere battuto. La partita terminava con un pari probabilmente giusto ma che nel complesso lascia lo staff tecnico soddisfatto in virtù della qualità del gioco corale e dei singoli espresso oggi. Aldilà di tutto comunque oggi vanno solo elogiati i ragazzi per questo percorso straordinario e per le prestazioni offerte, con una menzione particolare agli assenti che non hanno potuto festeggiare col gruppo ed in particolare a Bocchialini ed al lungodegente Salvarani, storico capitano alle prese con un fastidioso infortunio muscolare.



giovedì 21.04
Juventus club-Montebello 6-0
Nell’anticipo delle 23^ giornata scende a Fognano la Montebello, fanalino di coda ma desiderosa di fare la prestazione per onorare al meglio il finale di campionato; per contro i bianconeri cercano punti per arrivare alla matematica certezza della vittoria del girone. Per quasi tutta la prima frazione la Juve sembra pagare le scorie del torneo di Cervia, apparendo stanca, confusionaria e bloccata mentalmente, tanto che le azioni dalle parti dell'estremo difensore Berti latitano ad arrivare. Dominio sì ma sterile. Quando la frazione sembrava avviarsi verso un opaco 0-0 ci pensavano prima Giovannetti con un tiro da dentro l’area e poi Carboni a fissare il punteggio sul 2-0. Nella ripresa, ormai sciolti di testa e di fisico, la partita assumeva un punteggio importante grazie alle marcature di Panigada, Migliavacca su rigore, Cavalca Ludovico e Borghi. Con questa vittoria i bianconeri raggiungono quota 59 in classifica e nella prossima trasferta col Gotico cercheranno il punticino che vorrebbe dire vittoria matematica. Un ringraziamento finale alla disponibilità della Montebello che ha accettato di anticipare la partita, permettendo così ai nostri ragazzi di staccare prima del rush finale.


domenica 02.04
San Lazzaro A Farnesiana-Juventus club 0-0
Pavanetto Edoardo. E' questo il nome del principale artefice del pari di oggi tra San Lazzaro e Juve. E' grazie alle sue parate, di cui almeno un paio davvero strepitose, che i piacentini hanno imposto il secondo pari consecutivo a Panigada e compagni, complici anche un paio di legni e qualche imprecisione sotto porta. La Juve oggi era alla ricerca di una vittoria o comunque di un risultato utile per avere la matematica certezza della qualificazione alle finali e quella vista oggi al Siboni di Piacenza è stata una squadra unita, compatta e decisa a far risultato pieno; per contro i piacentini erano vogliosi di far punti per sperare di entrare nelle migliori terze classificate, quindi c'erano tutti gli ingredienti per una contesa emozionante e così è stata. Il primo tempo vedeva i ragazzi di Bacchini sfiorare più volte il gol, vuoi per un pizzico di egoismo, vuoi per sfortuna e vuoi appunto per la bravura dell'estremo difensore avversario. Per contro il San Lazzaro aveva in Diarra un terminale offensivo pericoloso grazie alla sua fisicità e alla sua dinamicità. Nella ripresa la pressione bianconera si faceva più insistente e le occasioni da gol fioccavano nell'area piacentina. Tolta una mischia dalle parti di Milioto (peraltro oggi risultato inoperoso per  tutto il match) i padroni di casa non hanno mai creato eccessivi problemi mentre dall'altra parte del campo i bianconeri pressavano gli avversari, con un Panigada molto ispirato che sfornava assist al bacio che non venivano sfruttati al meglio dai propri compagni. La mezzala bianconera ha allora provato a risolverla da solo ma la traversa a portiere battuto gli negava la gioia del gol. Da segnalare un paio di episodi dubbi nell'area biancazzurra, di cui uno davvero clamoroso ma sui quali il direttore di gara non si è sentito di assegnare la massima punizione. Nonostante lo 0-0 finale rimane la prestazione di qualità e sostanza contro una buonissima squadra, sicuramente una delle migliori del girone. Ora mancano pochi punti per avere la certezza del primo posto e per questo molto probabilmente sarà determinate il big match dell'ultima giornata in via della Canalina contro la ReggioCalcio. Per ora godiamoci questo meritato risposo di un paio di settimane con questo primo posto in solitaria ampiamente meritato.

domenica 27.03
Juventus club-Colorno 2-2
Si interrmpe alla 20^ giornata l'incredibile striscia di vittorie consecutive per i ragazzi di Bacchini. A fermare i bianconeri è stato il Colorno, un'ottima squadra con alcune spiccate individualità. La partenza della Juve è un pò a rilento, ed il Colorno ne approfitta per prendere campo. La partita, dopo un'iniziale dominio degli ospiti, diventa più equilibrata ma ci vuole una distrazione a dare il via al vantaggio dei gialloblu con Fiola che raccoglie una palla vagante in area e insacca per l'1-0. I bianconeri non si perdono d'anino e dopo un cambio tattico, sul finire del tempo ribaltano il match prima con Giovannetti sugli sviluppi di un calcio piazzato e poi con Blanco lesto a ribattere in rete su assist di Panigada. Si va al riposo sul 2-1 e la sensazione è che la Juve abbia preso le misure agli ospiti. Ma su un'altro pasticcio difensivo al 3' è Ciati che insacca per il pari. La partita prosegue con vari ribaltamenti di fronte, con la Juve brava a costruire azioni manovrate ma con il Colorno lesto a ribattere soprattutto sulla destra con Berziga. Da segnalare un tiro di Fiola che sfiora il palo ed un pallonetto di Carboni che potenzialmente poteva portare al vantaggio bianconero. Finisce così con un giusto pari il big match di Fognano: la prossima settimana si va a Piacenza contro il San Lazzaro con la speranza concreta di recuperare qualche indisponibile per potersela giocareil più possibile alla pari. Onore al merito comunque ai "superstiti" che oggi hanno dato l'anima per questa maglia dimostrandosi davvero un gruppo unito e coseo.

domenica 20.03
Progetto Intesa-Juventus club 0-3
Quella contro il Progetto Intesa doveva essere per molti aspetti, la partita verità per questo gruppo: dopo una settimana travagliata nella quale, oltre ai lungodegenti, si sono sommati nuovi infortunati e contagiati, i ragazzi di Bacchini erano chiamati ad una partita impegnativa contro una squadra ostica in un campo difficile. Ed alla resa dei conti si può dire che Panigada e compagni hanno superato l'esame a pieni voti, giocando da squadra, affrontando le difficoltà uniti e coesi. Il primo tempo è stato tra i più complicati e bloccati di quest'anno, con i padroni di casa sempre pericolosi in contropiede ed i bianconeri padroni del gioco ma poco incisivi davanti: solo in un paio di occasioni l'estremo difensore avversario si è dovuto superare per rendere inviolata la propria porta. La ripresa iniziava con il Progetto che sfiorava la marcatura dopo un'indecisione della retroguardia juventina, ma la partita si sbloccava quando la Juve stava iniziando a ricamare il proprio gioco: all'8', su calcio di punizione di Borghi, Panigada sfiorava quanto basta per spiazzare il portiere reggiano e siglava il vantaggio bianconero. Il Progetto provava una reazione sfiorando il pari in un'occasione nella quale Bonvicini si superava, ma era un fuoco di paglia visto che la Juve riusciva a creare varie palle gol, alcune davvero clamorose. La parola fine la metteva Blanco al 25' quando, ricevuto un pallone dentro l'area, si liberava di gran classe del diretto marcatore e di giustezza siglava il 2-0. Gli ultimi 15' vedevano la Juve cambiare modulo grazie al quale riuscivano a gestire ulteriormente la partita, con ancora Blanco che portava a 3 le marcature grazie ad un'azione in area da vero opportunista. Finiva con un rotondo 3-0 una partita difficile contro un avversario fisico, valoro e orgoglioso e questo accresce ancora di più i meriti di un gruppo che, nelle difficoltà e motivato a dovere, riesce sempre a farsi trovare pronto. Le prossime 2 partite saranno 2 ostacoli davvero impegnativi per i ragazzi di Bacchini, ma la sensazione è che con la necessaria convinzione e concentrazione nessun risultato a questo gruppo è precluso. 

domenica 13.03
Juventus club-Audace 4-0
La 18^ giornata vede scendere sul Fognano 3 l'Audace, desiderosa di interrompere la striscia di vittoria dei bianconeri. Passano pochi minuti e già all'8' Migliavacca, dopo un'azione confusa in area, in modo fortunato porta in vantaggio i padroni di casa. La Juve insiste e dopo 10' minuti trova il raddoppio sempre con Migliavacca su un calcio di rigore da lui stesso procurato. Il tempo prosegue con Panigada e compagni che tengono il pallino del gioco creando qualche occasione che per un niente non vanno a buon fine. Nella ripresa la musica si ripete, con Bonvicini inpoeroso e con invece l'estremo difensore ospite sempre impegnato a rintuzzare gli avanti bianconeri. Dopo una traversa colpita sempre da Migliavacca, è Panigada che entra in cattedra e prima sigla il 3-0 insaccando da pochi metri su assist di Brugnoli, e poi sempre il capitano completa il poker grazie ad un'azione personale di notevole spessore: dribbling in bello stile ad eludere il difensore avversario e conclusione di giustezza alla destra del neo entrato Zabelli, che comunque grazie ad alcuni suoi interventi riuscirà a contenere il passivo per gli audacini. Finisce 4-0 al termine di una partita sempre in controllo e con una gestione perfetta in previsione anche dei big match delle prossime settimane.

domenica 06.03
Santos-Juventus club 2-4
Sullo storico Cabassi di Massenzatico va in scena la 4^ giornata di ritorno: avversario il Santos che tra le mura amiche ha raccolto gran parte del proprio bottino. La Juve parte bene e costruisce alcune palle gol importanti, ma manca della necessaria cattiveria, cattiveria che hanno invece i padroni di casa che prima sfiorano il vantaggio e poi lo trovano al 16' su una ripartenza. La Juve prova a reagire ma sbatte contro il muro reggiano, complice anche un pò di nervosismo. Nella ripresa i bianconeri entrano in campo aggressivi ed affamati e nel giro di 6' la pareggiano,la ribaltano e la mettono in ghiaccio grazie alle reti di Cavalca Giulio,Brugnoli e Migliavacca. I ragazzi di Bacchini provano a questo punto a gestire la contesa ma su un disimpegno superficiale i padroni di casa accorciano pericolosamente le distanze. Gli ultimi minuti sono un'autentica battaglia dove le trame di gioco lasciano spazio all'agonismo. Ci pensa Brugnoli a tempo ormai scaduto a siglare il definitivo e sofferto 4-2. Con questo successo continua la serie di vittorie consecutive: la vittoria oggi era importante per mantenere a distanza le concorrenti, oggi tutte vittoriose.

domenica 27.02
Juventus club-United Carpi 3-1
Dopo oltre 2 mesi d'inattività riprende il campionato dei ragazzi di Bacchini e l'esordio avviene in casa contro l'ostico United Carpi, che nel turno precedente è andato a espugnare il campo del San Lazzaro. Come sempre i bianconeri partono tenendo alto il ritmo ed imponendo il proprio gioco, non permettendo così ai modenesi di affacciarsi dalle parti di Bonvicini. E già al 2' è Migliavacca che s'inventa un eurogol che porta in vantaggio la Juve: palla recuperata al limite dell'area, finta che manda al bar il difensore avversario e pallonetto di giustezza che si va ad infilare alle spalle dell'estremo difensore avversario. La Juve non paga del vantaggio continua il forcing, macinando gioco e creando diverse palle gol con Brugnoli, Cavalca e Panigada. Ma è sempre bomber Migliavacca a raddoppiare all'11' con un colpo di testa sugli sviluppi di un corner. Gli ospiti provano a mettere la testa fuori abbozzando una timida reazione ma la partita rimane sempre in controllo dei bianconeri. Ma su una palla persa ingenuamente a centrocampo si crea un'occasione per gli ospiti che mettono un proprio avanti a tu per tu con Bonvicini e Baratta, nel tentativo di rimediare ad un gol quasi certo, abbatte la punta carpigiana: rigore sacrosanto e la realizzazione porta il match sul 2-1, risultato con cui si va al riposo. Nella ripresa ti aspetti una reazione ospite ma ecco che la Juve, in controtendenza rispetto alle ultime uscite, riesce a gestire bene la frazione di gioco, macinando gioco e creando splendide azioni: su una di queste Brugnoli imbecca un filtrante per Panigada che solo davanti al portiere sigla il 3-1. Questa marcatura ha il potere di mettere in ghiaccio una partita che i padroni di casa controllano senza eccessivi rischi, anzi rischiando più volte il poker, come la traversa clamorosa colpita da Giovannetti. Finisce quindi con l'ennesima vittoria e con una prestazione assai convincente questo match insidioso e difficile contro un'ottima squadra.

mercoledì 22.12
Juventus club-Lemignano 3-0

Nell’ultima partita del 2021 i ragazzi di Bacchini affrontano nel recupero della prima giornata il Lemignano, squadra giovane che dopo un avvio deficitario ha trovato una sua dimensione tanto da collocarsi a metà classifica a pari punti col Fraore e dimostrandosi avversario ostico da affrontare. In questa partita il mister applica un ampio turnover e prova soluzioni tattiche in vista del proseguo del campionato: per questi motivi, unito all’aggressività degli avversari bravi a chiudere tutti gli spazi, l’avvio è un po’ a rilento e la manovra stenta a decollare. Come domenica scorsa ci vuole la rete di Migliavacca al 15' su corner a sbloccare la partita. I bianconeri gestiscono la contesa in maniera ordinata e con una percentuale di possesso palla molto alta ma per contro creando poche occasioni da gol. La ripresa inizia sulla falsa riga del primo, ma la rete di Bocchialini al 15’, bravo a ribattere in rete una respinta contro del portiere avversario, chiude virtualmente la partita. Nella seconda parte della frazione il mister cambia la fisionomia tattica della partita e ancora una volta i cambi effettuati incidono sull’andamento del match: infatti il subentrato Borghi raccoglie un assist di Panigada e firma il 3-0 finale. Da segnalare 2 occasioni da gol che Migliavacca si procura ma che l’estremo difensore ospite neutralizza con bravura. Si chiude l’anno solare con l’ennesima vittoria per questo gruppo di ragazzi che tanto ha speso in questa fase della stagione: la sosta natalizia arriva a puntino per una squadra che ha bisogno di rifiatare sia fisicamente che psicologicamente per una seconda parte della stagione che si preannuncia davvero impegnativa. Buon Natale a tutti!


domenica 19.12
Fraore-Juventus club 0-1
Il girone di ritorno per Salvarani e comnpagni riparte da Noceto, dove ad attenderli c'è il Fraore, compagine arcigna che già all'andata ha fatto soffrire i bianconeri. Pronti via e Migliavacca al 2' su calcio d'angolo sigla di testa la rete che deciderà la partita. Come consuetudine la Juve non si accontenta e prova a fare gioco e a cercare ulteriori marcature ma scardinare l'arcigna difesa biancazzurra oggi è impresa ardua: nascono sì un paio di occasione ma il portiere avversario rimane inoperoso per tutto il tempo. Nella ripresa i padroni di casa prendono coraggio, vuoi anche per un atteggiamento insolitamente pauroso degli bianconeri, ed incominciano a prendere campo e a creare qualche apprensione per Bonvicini: al 15' Cornini sfiora il pari calciando a lato ed un paio di punizioni dal limiti creano un qualche grattacapo all'estremo portiere bianconero. Ma il sale è nella coda ed ecco che dapprima il direttore assegna un dubbio rigore al Fraore che però Bottarelli si fa neutralizzare da un ottimo intervento di Bonvicini e nel proseguo dell'azione sempre Bottarelli prende il palo a portiere battuto. Nei minuti finali la Juve riesce a controllare un'ormai sfiduciato e demoralizzato Fraore che però ad onor del vero oggi avrebbe meritato il pari. Quindi oggi c'è da tenere buono solo il risultato e qualche giocata del primo tempo, per il resto bisogna resettare la prestazione di oggi e concentrarsi sul recupero di mercoledì contro il Lemignano.

domenica 04.12
Juventus club-Reggio Calcio 2-1
Nell'ultima giornata del girone di andata si affrontano a Fognano Juve e Reggio Calcio, rispettivamente prima e seconde del Girone A. Partono meglio i reggiani che aggrediscono i ragazzi di Bacchini  i quali però, subìto un iniziale sbandamento, iniziano a prendere campo e a creare diverse palle gol: in una di queste è Cavalca che realizza l'1-0 al 15' con un bel tiro di sinistro a scavalcare il portiere avversario. Il vantaggio non spegne la voglia di fare gioco dei bianconeri i quali vanno vicini al raddoppio in altre occasioni. Quando ormai il tempo sembrava volgere sull'1-0 ecco che a 5' dalla fine su un'innocua punizione dalla trequarti, gli ospiti trovano il pareggio: sull'1-1 si va al riposo. Nella ripresa, causa il campo pesante e le energie spese nella prima frazione, la partita è più equilibrata con capovolgimenti immediati da una parte e dall'altra. La Juve prova comunque a palleggiare ma la fisicità dei reggiani sembra alle volte avere la meglio. Quando ormai il match sembrava volgere al pari la Juve trovava la segnatura al termine di un'azione corale che portava Magliavacca a sfiorare il raddoppio e Brugnoli (oggi sicuramente tra i migliori in campo) a trovarlo su un tapin a pochi metri dalla porta. Gli ultimi minuti sono un assalto degli ospiti ed una strenua difesa dei padroni di casa e dopo 5 minuti di recupero l'arbitro decretava la fine delle ostilità sul 2-1 per la Juve. E' stata una partita dura contro una squadra che fa dell'intensità e dell'aggressività la sua arma migliore. Va dato atto a Panigada e compagni di aver comunque provato a giocarla su un fondo a loro non favorevole. Si chiude questo girone d'andata con 12 vittorie su 12 gare ma soprattutto con una voglia sempre e comunque di imporre il proprio gioco. Da domenica si rinizia il girone contro un Lemignano in grossa ripresa, desideroso di vendicare la goleada subita all'andata.

domenica 28.11
Piccardo Traversetolo-Juventus club 0-11
Trasferta insidiosa per i ragazzi di Bacchini che affrontano al "Tesauri" i gialloneri di mister Tagliafierro: a differenza di quello che si può pensare infatti tutti i punti della propria classifica il Traversetolo li ha ottenuti tra le muri amiche, e nella classifica dei punti fatti in cas asono al 3° posto dietro a Juve e Reggio Calcio. Su un campo pesante inizia la sfida e i bianconeri partono forte, provando a macinare gioco e a creare numerose palle gol ma grazie ad un Castellini in stato di grazie, autore di almeno 4 interventi prodigiosi, il punteggio rimaneva a reti inviolate. Il vantaggio arrivava al 15' con una bell'imbiucata di Migliavacca che di rapina siglava l'1-0. La Juve provava a cercare il gol della tranquillità e lo trovava al 29' con Carboni lesto a insaccare su una ribattuta della difesa giallonera. Sul 2-0 si va al riposo. Nella ripresa nel giro di 2' prima Carboni e poi Vicini chiudevano virtualmente il match, con i padroni di casa demoralizzati e gli juventini galvanizzati anche dall'ingresso in campo dei neo entrati, autori di 6 dei 7 realizzati nell'ultima parte della contesa. A firmare le restanti marcature sono stati Blanco (4), Borghi, Azzouz e Zucconi. Grazie a questa vittoria i bianconeri si laureano campioni d'inverno e guardano con fiducia il big match di domenica dove a Fognano arriverà la Reggio Calcio.

domenica 21.11
Juventus club-Gotico Garibaldina 2-0
Continua la marcia a punteggio pieno dei bianconeri in questo girone A del campionato Elite, che si dimostra molto equilibrato, con tutte le squadre attrezzate per rendere la vità difficile ogni domenica agli avversari. Oggi è stato il turno del Gotico Garibaldina che, ad un primo tempo nel quale i ragazzi di Bacchini oltre alle 2 segnature hanno avuto almeno 5 nitide palle gol, ha fatto da contraltare un secondo dove i piacentini hanno messo in difficoltà gli avversari, sfiorando la segnatura in un occasione e solo un bell'intervento di Bonvicini ha evitato il peggio. Come detto nel primo tempo, e soprattutto nei primi 20', la Juve ha dominato in lungo e in largo, creando varie palle gol (alcune davvero clamorose) e trovando le reti con un Brugnoli ispirato che insaccava al 4' e al 16 con 2 fendenti di sinistro. Nella ripresa gli ospiti aumentavano la garra e la Juve faceva fatica a ritrovarsi: oltre alla parata sopra citata c'è da segnalare anche un paio di ripartenza biancorosse sventate in extremis dalla retroguardia bianconera. Il risultato finale di 2-0 è comunque giusto per quanto visto soprattutto nella prima frazione.

domenica 14.11
Montebello-Juventus club 0-4
Dopo la sosta di domenica scorsa e dopo le 2 partite amichevoli contro Modena e Parma, torna il campionato e i bianconeri se la devono vedere contro il fanalino di coda Montebello. Su un campo ai limiti della praticabilità i bianconeri incominciano a macinare gioco ed a creare occasioni da gol (alcune anche clamorose) che solo la bravura dell'estremo difensore Berti non permettono che queste finiscono in rete. Il vantaggio comunque arriva al 19' quando Baratta su punizione indovina lo spiraglio giusto. La Juve continua a spingere per cercare il gol della tranquillità ma la frazione termina sullo 0-1. Nella ripresa stessa musica e stesso protagonista; infatti è sempre Berti che si deve superare con almeno un paio di inteventi prodigiosi. Con il passare dei minuti, grazie ad un Montebello stoico ed un campo ridotto ad un pantano, la partita sembrava avviarsi verso l'1-0 finale, ma al 28' il subentrato Raschi raddoppiava al termine di una bellissima azione in profondità. Di fatto questo gol chiudeva la partita e con il risultato ormai in ghiaccio i bianconeri siglavano altre 2 reti con Baratta al 31' e di Giovannetti al 37'. Finiva 4-0 una partita difficile giocata contro un avversario orgoglioso su un campo pesante, ma rimane la voglia di questa squadra di provare a far gioco sempre e comunque. Domenica partita difficile contro il Gotico, che nelle ultime giornate si sta rivelando avversario di livello.

domenica 31.10
Juventus club-San Lazzaro A Farnesiana 2-1
Faticano più del previsto i bianconeri di Bacchini per mantenere il primato a punteggio pieno di questo loro campionato. Infatti, per avere la meglio su un'ottima San Lazzaro è servita prima una prova di fioretto per portarsi meritatamente in vantaggio e poi, dopo essere stati raggiunti sul pari, con una prova di spada per aggiudicarsela alla fine meritatamente. Pronti via ed il gioco bianconero è fluido ed efficace: un'azione insistita di Anelli sulla fascia viene conclusa con un cross per Brugnoli che da dentro l'area insacca per l'1-0. Come spesso succede, quando le occasioni le crei ma non riesci a finalizzarle, ecco che arriva il pari in un momento dove gli ospiti stavano provando a prendere un pò campo. Nella ripresa almeno per i primi minuti l'equilibrio sembra farla da padrone ma col passare dei minuti i padroni di casa prendono coraggio e iniziano una supremazia che però non sfocia in pericolose palle gol. La partita si fa via via sempre più maschia ed a tratti cattiva e quando il pari sembrava nell'aria ecco Panigada che sfruttava un recupero palla di Carboni e lasciava partire un fendente che con un pò di fortuna si insaccava alle spalle del portiere ospite. Il San Lazzaro provava a reagire ma era la Juve in contropiede a mancare di poco il tris. Grazie a questo successo (l'ottavo di fila) i bianconeri arrivano alla meritata sosta, necessaria per recuperare gli indisponibili ed a programmare al meglio il finale del girone di andata.

domenica 24.10
Colorno-Juventus club 1-2
Nel big match della 7^ del girone A vanno di scena sul sintetico del Centro Sportivo "Dorotea" Colorno e Juve, con i bianconeri desiderosi di continuare la striscia di vittorie ottenute finora. Che fosse un match difficile lo si sapeva, soprattutto per le caratteristiche dei padroni di casa, ma col passare dei minuti è diventato un teso e per questo persin brutto. La Juve partiva provando a far gioco ed a sfiorare per un paio di volte la rete, ma la vera occasione da gol l'aveva il centravanti gialloverde Fiola che, scattato sul filo del fuorigioco, colpiva un palo clamoroso a Milioto battuto. La partita via via si faceva molto spigolosa con interventi decisi da ambo le parti, ma tolti un qualche tiro da fuori dei bianconeri il punteggio non si schiodava dallo 0-0. Nella ripresa la Juve provava a riorganizzarsi e il copione rimaneva quello del primo tempo: ma un caparbio La Russa rompeva gli equilibri al 10' quando, dopo un'azione personale insistita, realizzava il vantaggio bianconero grazie ad un tiro da fuori. Il Colorno si ributtava in avanti ma era ancora la Juve a sfiorare il raddoppio, che arrivava però al 19' con Brugnoli che, ben servito da Migliavacca, trafiggeva l'estremo difensore avversario. Nemmeno il tempo di gioire che Fiola su punizione accorciava le distanze rendendo gli ultimi 15' incandescenti, con il Colorno in avanti e la Juve pronta a ripartire in contropiede fallendo di poco il match point con Raschi e Migliavacca che avrebbe chiuso la partita. Al 5' di recupero l'arbitro decretava chiusa la contesa tra le proteste dei padroni di casa e la gioia dei bianconeri. Come a Carpi anche oggi la vittoria è arrivata col cuore e con la forza del collettivo, contro una compagine arcigna e difficile da affrontare. Ci si augura che questo match possa essere un buon viatico per la prossima sfida ad alta quota contro il San Lazzaro che farà visita a Fognano dopo aver scontato il proprio turno di riposo. 

domenica 17.10
Juventus club-Progetto Intesa 5-0
Partita in chiaroscuro quella disputata ieri dai bianconeri a Fognano contro il Progetto Intesa. Infatti ad un primo tempo confuso e disordinato ma che li ha visti chiudere avanti du 2 gol, ha fatto da contraltare un secondo dove Salvarani e compagni hanno ritrovato i meccanismi soliti e, mettendo in pratica i concetti provati in allenamento, hanno legittimato la vittoria siglando con 3 reti di pregevole fattura. I gol della prima frazione si concentrano tutti nel giro di 3’ a cavallo del quarto d'ora: prima Carboni al 16’ con un pallonetto portava in vantaggio la Juve e dopo poco Brugnoli con una saetta su punizione raddoppiava. Nella ripresa, grazie anche ad alcuni cambi, la partita cambiava volto e il punteggio prendeva forma. Al 13’ Migliavacca chiudeva in rete una splendida azione corale, al 21’ Cavalca Ludovico con un gran tiro da fuori calava il poker ed allo scadere Blanco la chiudeva raccogliendo un cioccolatino di Panigada, insaccando per il definitivo 5-0. Si chiude nel migliore dei modi una partita iniziata un pò a rilento, forse complice anche i postumi della partita con l’Audace della settimana prima. Ora testa al doppio confronto ad alta quota contro Colorno e San Lazzaro delle prossime 2 settimane, prima del meritato turno di riposo del 7 novembre.

domenica 10.10
Audace-Juventus club 1-3
Sullo storico "Balbo" di Sorbolo si affrontano Juve ed i padroni di casa dell'Audace, desiderosi di interrompere la marcia fin qui perfetta di Salvarani e compagni. Nei primi 10' Carboni con una doppietta sembra archiviare la pratica, ma grazie alla caparbietà i ragazzi di mister Fabbri sfruttano un'errore difensivo per accorciare le distanze con un tiro da fuori pressochè perfetto. Da qui i ragazzi di Bacchini perdono sicurezza e nonostante non corrano più rischi, non riescono a sviluppare il loro solito gioco. Nella ripresa i bianconeri entrano in campo più decisi ed al 4' Brugnoli ristabilisce il doppio vantaggio con un bel rasoterra a fil di rete. Rispetto ad altre partite però la Juve non riesce a gestire la partita nel migliore dei modi, sebbene sfiori la segnatura in almeno altre 2 occasioni. Risultato: l'Audace prende coraggio ci prova, andando vicino al gol a 5' dalla fine colpendo una traversa clamorosa sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Finisce col risultato di 3-1 una partita scorbutica, condita da molti errori di impostazione ed anche un pò di sufficienza ma vinta meritatamente in virtù oltre che dei gol anche delle numerose palle gol create: occorre ora resettare quanto prima e tenere buono il risultato che permette alla Juve di viaggiare a punteggio pieno.

domenica 03.10
Juventus club-Santos 1948 5-0
Partita decisamente difficile quella che si presentava oggi per i ragazzi di Bacchini: infatti i reggiani del Santos erano riusciti a fermare sul pari a casa loro il San Lazzaro, squadra tra le favorite del campionato. Ed in effetti a sprazzi gli ospiti hanno fatto vedere di essere una buona squadra, ma contro la Juve di oggi non c'è stata partita. La squadra ha girato a mille, concentrata, determinata, con intensità e con un pressing che non ha lasciato scampo agli avversari, tanto che il match era virtualmente chiuso al 23' grazie al gol di Brugnoli ed alla doppietta di Migliavacca. Nella ripresa, causa l'infortunio di Salvarani, il Santos inizialmente prendeva coraggio e provava a prendere in mano le redini del gioco, ma dopo la prima sfuriata Panigada e compagni rialzavano il baricentro e ricominciavano a macinare gioco. Le reti finali portavano la firma di Raschi e Migliavacca (tris per lui). Finisce 5-0 una partita ben giocata da tutti i 18 giocatori impiegati: peccato per gli infortuni che hanno guastato questa prestazione pressochè perfetta.

domenica 26.09
United Carpi-Juventus club 1-2
Grazie ad una vittoria di carattere e di nervi i bianconeri espungnano l'ostico campo di San Marino di Carpi e continuano a punteggio pieno in testa alla classifica. E' stata una partita che si è andata man mano complicando vuoi per il nervosismo per il gol che non arrivava (nei primi 10' non sono state concretizzate almeno 3 nitide occasioni), vuoi per i padroni di casa che con coraggio e con buoni fraseggi hanno incominciato a prendere campo e fiducia. Nella ripresa dopo 12' lo United passa grazie ad un tiro da fuori area sugli sviluppi di un corner. Il gol poteva abbattere la squadra di Bacchini che, sotto di 1 gol come mai non era accaduto quest'anno, poteva perdere convinzione ed invece da lì ha incominciato a premere un maniera insistita e, grazie anche ad un cambio di modulo, a rendersi spesso pericolosa. Il pareggio arriva al 23' grazie ad una bellissima rete di Blanco, con un tiro a giro alla sinistra del portiere. I bianconeri ci credono e continuano ad attaccare e trovano la rete della vittoria con Bocchialini di testa sugli sviluppi di un corner. Termina dopo 6' di recupero un match davvero difficile, contro un'ottima squadra, tecnica e solida: anche questa per la Juve è stata una bella prova di maturità, anche se per il fituro bisogna ritrovare la lucidità sotto porta per concretizzare le tante occasioni da rete create.

domenica 19.09
Juventus club-Fraore 2-0
Per la prima in casa la Juve affronta il Fraore, squadra ostica e difficile da affrontare. Partono meglio gli ospiti che non riescono a far sviluppare ai bianconeri la solita manovra avvolgente, aggredendolo e sfiorando il gol con l'ex Bottarelli con un tiro da fuori. Pian piano però Panigada a compagni venivano fuori ed iniziavano ad impensierire più volte l'estremo difensore biancazzurro, arrivando alla marcatura a 10' dalla fine con Carboni. Nella ripresa ti aspetti la reazione ospite ma sono sempre gli juventini a tenere il pallin odel gioco, sfiorando il raddoppio in almeno 5 occasioni: ci pensa sempre Carboni a 15' dalla fine a chiuderla raccogliendo un bel cross di La Russa e concludendo in rete. Bella vittoria dei ragazzi di Bacchini, maturata grazie al carattere ed alla voglia di vincere. Prossimo match a Carpi cntro lo United.

domenica 12.09
Lemignano-Juventus club 0-7
Esordio nel campionato Elite per il ragazzi di Bacchini contro un Lemignano molto rinnovato: i biancoblu allenati da mister Maggiali partono forte e con il loro pressing provano a mettere in difficoltà i bianconeri che però sin da subito prendono il comando del campo e con un uno-due micidiale chiudono praticamente la partita già al 15': prima Migliavacca conclude in gol un'azione personale e poi Cavalca Ludovico insacca con un bel tiro da fuori. Prima dello scadere è ancora Migliavacca ad insaccare di furbizia ed a portare le squadre al riposo sul 3-0. Nella ripresa continua il dominio bianconero, con i padroni di casa demoralizzati ma non per questo vinti. Blanco con una doppietta chiude definitivamente i conti, permettendo a mister Bacchini di effetturare cambi utili in vista dei quarti dello Scirea martedì 14. Chiudono i conti per il definitivo 7-0 ancora Migliavacca ed una sfortunata autorete. Su un campo stretto ed insidioso finisce un match dominato ma per questo non scontato: domenica prossima arriva a Fognano il Fraore in una sfida che si preannuncia molto interessante.

A.S.D. Juventus club Parma - Strada Chiesa di Fognano 6 43126 Parma
tel 0521 647404 - email: info@juventusclubparma.net
Partita IVA 02946260342 - Codice Univoco M5UXCR1

Sito generato con sistema PowerSport